CHECK
Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini
Camere

Da non perdere

Il territorio del Garda Trentino e Trentino è ricco di eccellenze culturali e non solo, mete sia di turisti curiosi che di appassionati, occasioni di gite nei dintorni alla loro scoperta o come occupazione di un giorno di pioggia.
Castelli, musei, rievocazioni storiche sono solo alcune di queste.
Una menzione particolare nelle attrazioni da non perdere la merita il museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto MART, con esposizioni permanenti e non di autori italiani ed internazionali.
Dal 2002, il Mart di Rovereto ha sede nell’edificio realizzato su progetto dell’architetto ticinese Mario Botta, in collaborazione con l’ingegnere roveretano Giulio Andreolli. Baricentro dell’edificio è la grande cupola di vetro e acciaio che sovrasta la piazza centrale di accesso al Museo. La copertura, in dialogo costante con la luce, sviluppa una superficie di 1.300 metri quadri, ha un’altezza massima di 25 metri e un diametro di 40 metri, esattamente come il Pantheon a Roma. Per le facciate, in richiamo alla quinta Settecentesca di corso Bettini, Mario Botta ha scelto come materiale di rivestimento la pietra gialla di Vicenza.
La superficie complessiva dell’area occupata dal Mart è di 29.000 metri quadri, di cui 14.500 edificati.
Al piano terra, Mart Rovereto ospita bookshop, sala conferenze 4.300 metri quadri di sale espositive. Al primo piano del Museo si trovano le due aree dedicate all’attività espositiva temporanea, ciascuna di circa 800 mq, l’area educazione e gli uffici. Al secondo piano, una passerella di vetro e acciaio conduce a una seconda area espositiva di circa 3.800 mq.
Il Museo ha anche una Biblioteca specializzata, accessibile al pubblico, e un Archivio, che conservano 80.000 documenti fra carteggi, scritti, disegni, fotografie e ritagli stampa, e 60.000 volumi.
Completano il Museo ampi spazio all’aperto dedicati a installazioni site specific.

MART, Corso Bettini 43 - 38068 Rovereto (TN) - Infoline 800 397760


Il nuovo museo delle scienze di Trento, il MUSE, sorge nel nuovo quartiere Le Albere, progettato e realizzato in totale rispetto dell’eco-sostenibilità dall’architetto Renzo Piano, la struttura di 12.600 mq ospita cinque piani più uno interrato, oltre a una serra tropicale. All’interno il percorso museale si sviluppa partendo dall’alto, come sulla vetta di una montagna, e scende fino al piano interrato raccontando le caratteristiche dei diversi habitat al cambiare di altitudine. In orizzontale si estende invece il racconto del rapporto scienza-natura. Grandi spazi sono dedicati ai bambini, ai laboratori e a tutte le forme di conoscenza attraverso l’esperienza diretta. Interattività e osservazione sono i capisaldi di questo nuovo modo di imparare divertendosi. Il MUSE vanta la mostra di dinosauri più importante delle Alpi, 3.300 mq di esposizioni permanenti e 500 mq di mostre temporanee, e un focus sulle Alpi di grande importanza.

Attraverso il divertimento, il gioco, la sperimentazione e la riflessione collettiva, il MUSE amplia la tradizionale concezione di museo con una forte impronta tecnologica e innovativa: gli oggetti in mostra rappresentano il dibattito scientifico sulle relazioni tra uomo e ambiente. Il museo si fa portavoce dello spirito trentino, che ha avviato la ricerca di un modello di sviluppo dove fare coesistere qualità della vita e qualità dell’ambiente e che colloca la conoscenza scientifico-tecnologica come punto di partenza della capacità di orientare le scelte di sviluppo.