CHECK
Arrivo
Partenza
Camere 1
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Ospiti 2 Ad. 0 Chd.
CAMERA 1
Adulti
Bambini

Curiosità

Nel parco affacciato sul Garda, dove trovano spazio campi da tennis, piscine, laghetti con avifauna e una darsena per imbarcazioni da diporto, troviamo flora spontanea e coltivata come leccio, alloro, mirto corbezzolo, pino italico, olivo, cipresso, oleandro. Entro questa trama troviamo quelle che per i giardinieri dell’Ottocento erano le rarità come il vecchio esemplare di “Taxodium distichum” dai robusti contrafforti e che misura oltre sei metri di circonferenza. Può competere con i famosi esemplari di Castel Toblino risalenti al 1845. L’esemplare fu piantato, seguendo la moda del tempo, dal conte von Torresani, dignitario degli Asburgo, antico proprietario della casa.
Altra rarità di oggi e di allora è l’elegante “Metasequoia Gliptostroboides” che in Cina fu considerata un fossile sino al 1941. Dopo questa data i semi furono inviati all’”Arnold Arboretum” e diffusi in tutto il mondo occidentale. Altre specie d’eccezione che incontrerete nel parco sono il maestoso “Cipresso del Kashmir”, la vecchia e piangente “Sophora Japonica”, il profumato “Canforo” e la grande “Paulownia”.